Gianluca Didino: Vita e arte sulla soglia

Il Nuovo Forno del Pane presenta Gianluca Didino. Vita e arte sulla soglia, il secondo appuntamento del programma pubblico concepito dagli artisti del nuovo centro di produzione del MAMbo in attività fino a dicembre 2020.
Gli incontri si strutturano come un programma di auto formazione ideato dagli artisti e offerto alla città di Bologna. Ponendo la comunità del Nuovo Forno del Pane al centro dell’indagine sulle problematiche più rilevanti e urgenti del contemporaneo, il programma pubblico è pensato per fornire un’idea degli interessi e delle ricerche che si stanno sviluppando in questi mesi di lavoro. Gli appuntamenti prevedono il coinvolgimento di artisti, scrittori, musicisti, registi e poeti ospitati sia in presenza con accesso contingentato, sia sul web tramite virtual meeting aperti a tutti.

L’incontro di giovedì 22 ottobre alle h 18.00, che si svolge on line su Google Meet, ha come protagonista Gianluca Didino e prende avvio dal suo libro Essere senza casa. Sulla condizione di vivere in tempi strani (minimum fax, 2020).
Poche dimensioni rappresentano bene la contemporaneità come quella della soglia, terreno d’incontro tra mondi opposti (umano e animale, umano e macchina, passato e futuro) ma anche luogo che minaccia sempre di irrigidirsi e trasformarsi in confine. È sulla soglia che per il critico culturale Mark Fisher si produce il “weird”, lo strano nato dall’incontro di entità che non appartengono alla stessa dimensione ontologica. D’altra parte, i confini che separano l’interno dall’esterno, noi dall’Altro, escludono e dividono, come ci insegnano Brexit, i nuovi sovranismi, la crisi migratoria. Nella tensione tra questi due poli opposti, ciò che viene messo in discussione è l’idea di casa, lo spazio reale e metaforico che sempre meno possiamo identificare come luogo intimo e protetto. Dall’arte weird alla vaporwave, dalle opere di artisti migranti alla climate change art, gli artisti contemporanei riflettono su questo “essere senza casa” che è una delle caratteristiche fondamentali dei nostri tempi.

Partecipa tramite Google Meet giovedì 22 ottobre h 18.00

Gianluca Didino (1985) ha vissuto a lungo a Torino e dal 2013 vive e lavora a Londra. Ha scritto saggi, articoli di approfondimento culturale e reportage per Internazionale, Studio, IL, Il Tascabile, Nazione Indiana, Doppiozero, Pagina 99 e altre riviste. Nel 2017 è stato tra gli organizzatori della prima edizione del FILL – Festival of Italian Literature in London.